Le associazioni delle malattie rare illuminano Palazzo dei Priori

28 Febbraio 2017

VITERBO - Si chiama “Diamo luce alle malattie rare” ed è l’iniziativa promossa e realizzata dalle associazioni di volontariato della Asl di Viterbo, in occasione della giornata delle malattie mare, che si concretizzerà questa sera con l’illuminazione di Palazzo dei priori e con un messaggio di sensibilizzazione rivolto alla cittadinanza che verrà proiettato sulla facciata dell’edificio.

La manifestazione è organizzata con il patrocinio dell’azienda sanitaria locale e del Comune di Viterbo che ha contribuito fattivamente alla sua riuscita.

“Oltre la diagnosi, offriamo possibilità”, questa è la frase scelta dalle quattro associazioni del tavolo di volontariato (Associazione Italiana Sindrome X Fragile, Associazione famiglie sindrome Lennox Gastaut Italia Onlus, Associazione Italiana Ricerca Istiocitosi e Associazione Italiana per la Lotta alle Sindromi Atassiche) per testimoniare la loro presenza a Viterbo, proprio oggi, 28 febbraio, data nella quale viene festeggiata in tutta Europa la giornata delle malattie rare.

“La vogliamo festeggiare anche noi – commentano le associazioni in un video consultabile sulla pagina facebook della Asl di Viterbo -. Attraverso la nostra collaborazione, la cooperazione e la condivisione di energie, vogliamo uscire fuori dall’anonimato per dire: siamo rari, ma ci siamo”.

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto