Guida in stato di ebbrezza, allerta massima della Polizia stradale

14 Gennaio 2017
Il dirigente della Polizia Stradale Gian Luca Porroni.

VITERBO –  La Polizia stradale ha innalzato il livello di attenzione sul controllo degli utenti della strada che si pongono alla guida di un veicolo in stato di ebbrezza alcolica oppure sotto l’influsso di stupefacenti od in abbinamento di entrambi.

L’ultima, in ordine di tempo, riguarda un cittadino rumeno che, finito fuori strada con il suo autocarro sulla S.P. “Sammartinese” e prontamente soccorso da una pattuglia della Polstrada, evidenziava dapprima un tasso alcolemico pari addirittura a 2,25 g/l, per poi rifiutarsi di essere sottoposto alla seconda prova prescritta dal CDS… Esito: denuncia all’A.G., ritiro della patente e sequestro del mezzo ai fini della confisca.
 “Negli ultimi periodi, abbiamo constatato – afferma il Dirigente dr. Porroni – un sensibile incremento di casi di utenti sorpresi alla guida di veicoli in stato di ebbrezza: questo aspetta non rappresenta un dato rassicurante. Da un lato, i continui controlli su strada possono aver innalzato le percentuali, ma, dall’altro, probabilmente sussiste ancora una certa riluttanza a considerare pericoloso e rischioso porsi alla guida dopo aver bevuto… Assumere alcool vuol dire abbassare notevolmente il livello di attenzione, che scemerà in maniera evidente, oppure significa avere una guida “euforica”: in entrambi i casi, non si avranno i riflessi pronti e potranno essere effettuare manovre azzardate o rischiose, finendo per incappare in un incidente… ne va della sicurezza di tutti gli utenti della strada, oltre che della nostra!”

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto