Il primo atto della finale è dell’Alessandria, Viterbese sconfitta in casa 1-0

12 Aprile 2018
Autore : 

I gialloblù perdono l’andata della finale di Coppa Italia di categoria, al termine di una gara equilibrata decisa, come spesso accade in questi casi, da un episodio in cui, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Marconi è bravo a farsi trovare solo in area e battere da due passi Iannarilli. Non deve di certo rappresentare un alibi, ma una nota di demerito va al direttore di gara, non in grande forma, specie nel momento in cui nega un rigore ai gialloblù che ai più era parso nettissimo. Ora la strada si fa dura, con gli uomini di Sottili che dovranno per forza vincere in trasferta il 25 aprile.

VITERBESE (4-4-2): Iannarilli; Celiento, Rinaldi, Sini, De Vito (55’ Sanè); Peverelli (64’ Mosti), Benedetti, Di Paolantonio; Vandeputte (55’ De Sousa), Calderini, Ngissah. A disp. Micheli, Cenciarelli, Mendez, Mbaye, Bizzotto, Zenuni, Pandolfi, Atanasov, Mosti. All. Stefano Sottili.

ALESSANDRIA: (4-3-3): Vannucchi; Celjak, Piccolo, Giosa, Barlocco; Gatto, Gazzi, Nicco; Gonzalez (73’ Fischnaller), Marconi, Sestu. A disp. Pop, Lovric, Ranieri, Sciacca, Gjura, Usel, Bellazzini, Ragni, Chinellato, Kadi, Giubilato. All. Michele Marcolini.

RETI: 40′ Marconi (AL).

Arbitro Sig. Daniel Amabile di Vicenza (assistenti Lorenzo Biasini e Luca Bianchinidi di Cesena).

Sottili cerca di sorprendere Marcolini con un 4-4-2 ben raccolto e che ad onor del vero, non rappresenta un’assoluta novità per i gialloblù. A centrocampo gli esterni sono Peverelli e Vandeputte mentre in attacco Calderini appoggia Bismarck. L’Alessandria schiera la formazione migliore con il rientro di Gonzalez, Gazzi e Sestu.

Prima frazione molto bloccata, con la prima occasione che arriva alla mezz’ora ed è per i padroni di casa, con Sini che scheggia la traversa su punizione. Per i grigi risponde Gonzalez sempre su punizione, ma il suo tiro termina a lato. Botta e risposta fra le due squadre, Calderini ci prova da fuori senza successo, qualche istante dopo l’Alessandria sfrutta al meglio un corner e punisce i gialloblù con Marconi, liberatosi in area non senza colpe della difesa di casa.

Nella ripresa ci si aspetta una rabbiosa reazione della Viterbese, che però non arriva, fatto salvo per un colpo di testa di Bismarck respinto in due tempi da Vannucchi. Sottili cerca di dare la scossa con un triplo cambio, che vede l’ingresso di De Sousa, Mosti e Sanè al posto di Vandeputte, Peverelli e De Vito. La gara scorre via veloce, con la Viterbese che reclama un rigore su Bismarck, atterrato nettamente in area da Piccolo, l’arbitro lascia però proseguire. Calderini è come al solito il più attivo fra i suoi e sfiora il pari dalla distanza con una conclusione respinta da Vannucchi. Nessun altra emozione al Rocchi, con i tifosi che devono accettare una sconfitta che pone in salita la strada della Viterbese verso il trionfo finale. Servirà un’impresa il 25 aprile per ribaltare il risultato e portare a casa la coppa.

143 Views
Marco Valerioti

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto