NEPI (7)

Aveva oltre tre chili di “erba”: arrestato 53enne

NEPI – Sette buste di marijuana oltre a quella in una scatola, materiale per il confezionamento e varie piante a casa sua. Dopo che i carabinieri lo hanno beccato, la droga è stata sequestrata ed il 53enne di Nepi arrestato.

pistola 2Aveva una semi automatica calibro 6,35 di fabbricazione tedesca con circa 35 cartucce. Un’arma non censita.

Marijuana in casa, denunciato 44enne

NEPI – 44enne con precedenti per spaccio coltivava marijuana sul balcone e ne aveva anche dosi pronte.

Quando la sicurezza sul lavoro non è rispettata, avvengono tragedie. Per un incidente, morì operaio 56enne a Sutri il 19 febbraio scorso. Era stato detto che l’uomo si era sentito male ed era caduto durante l’abbattimento di una stalla, qualcosa dei racconti fatti però non tornava alle autorità.

Della vicenda se ne è occupata la Procura della Repubblica di Viterbo che ha dato mandato ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civita Castellana e della Stazione di Nepi per svolgere indagini e far luce sui fatti.

Dopo la disgrazia,  l’uomo fu portato in eliambulanza all’Ospedale Gemelli di Roma  ma morì il giorno dopo per un pesante  trauma cranico: il  referto medico è risultato incompatibile con la descrizione dell’incidente sul lavoro che fu data.

Da qui le indagini, che hanno portato alla verità nascosta.
È stato  scoperto che l’uomo non ebbe un da malore che lo portò alla caduta ma fu colpito alla testa in maniera accidentale da una pala meccanica manovrata da altro operaio.
Il titolare della ditta a questo punto occultò, insieme all’operaio che manovrava il mezzo, le tracce utili per la ricostruzione dei fatti.

Il timore: essere perseguiti per non aver rispettato le norme di sicurezza su i luoghi di lavoro, negligenza che, come in questo caso può portare a conseguenze terribili. Approfondimenti ed accertamenti ulteriori sono stati fatti  unitamente al personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Viterbo e dell’Asl sezione di Civita Castellana hanno permesso di portare alla luce un gran numero di violazioni relative alla sicurezza sul lavoro e truffe ai danni dello Stato mediante presentazione di falsi certificati su corsi per la sicurezza fatti ai dipendenti e su visite di idoneità al lavoro mai fatte ai dipendenti.

In seguito alle indagini sono state denunciate due persone ed  il titolare della ditta è finito ai domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente perché si è reso non solo colpevole di omicidio colposo a seguito di incidente sul lavoro ma anche di truffa ai danni dello Stato ed inosservanza della legislazione sulla sicurezza sui luoghi di lavoro.

TUSCIA – Prosegue l’attività di controllo sul territorio da parte della Polizia di Stato. La Stradale ha effettuato ieri un posto di blocco sulla Cassia, verso Nepi. Di seguito i risultati.

Domenica con scene da film ma realtà drammatica di cronaca nera. Alcuni ladri nel tardo pomeriggio di ieri si sono gettati in un dirupo, dopo scene rocambolesche a Nepi con veicoli che sfrecciava in città alla massima velocità ed auto dei carabinieri speronata. Due dei malviventi sono morti in seguito ad un salto da un parapetto cercando la via di fuga; del terzo soggetto proseguono le ricerche. Identificati dai Carabinieri i due  che hanno perso la vita.

Ventiquattrenne maltratta famiglia a Nepi. Arrestato

Era già noto alle forze dell’ordine e stavolta è finito in carcere per aver malmenato la moglie la figlia piccola. È successo a Nepi: l’uomo già a maggio aveva cominciato con i maltrattamenti a  moglie e figlia ma ieri notte la sua violenza è esplosa.

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto