FARNESE (4)

Avevano devastato la proprietà ed i beni di Dario Pomarè ed avevano ucciso i suoi cani ed altri animali da cortile. Tre sardi, padre e due figli, sono stati arrestati durante l’operazione “Terra Madre”.dai Carabinieri per atti persecutori, detenzione e porto abusivo di armi clandestine, furti aggravati e  abigeato (furto di bestiame) ed uccisione di animali.

Il 19 febbraio 2015 a  Pomarè avevano distrutto circa centosessanta piante di ulivo e bruciato capanni,“un episodio che ha segnato tristemente la cronaca” come ha sottolineato oggi in conferenza stampa il colonnello Conte. Le efferatezze non si fermarono qui: hanno ucciso anche due cani da caccia e gli animali da cortile che aveva l’ex sindaco (attualmente capogruppo del PD in maggioranza). “Non contenti, dopo qualche giorno, è stato dato fuoco sotto la sua abitazione alla sua autovettura”, ha aggiunto il colonnello illustrando i fatti.

L’attività delle indagini è stata serrata sotto la guida del pubblico ministero Tucci: il fatto per la sua pesantezza ha costituito anche motivo di riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza (l’organo con funzioni consultive di cui fanno parte questore,  comandante provinciale dei Carabinieri e comandante della Finanza).

“Concreti elementi di responsabilità” per i sardi, ha chiarito Conte; il movente è stato la riforma dei terreni ad uso civico messa in atto quando la vittima era sindaco ed ancora in discussione: la riforma  dei terreni riguardava anche circa sessanta ettari accaparrati abusivamente dai sardi da destinare a pascolo. Il che portava a riduzione dei terreni ed esborso di denaro per regolarizzare una porzione. Da qui i gesti intimidatori, compiuti anche probabilmente avvelendosi di altre persone.

Blitz dei carabinieri oggi all’alba, quindi, dopo che il giudice per le indagini preliminari Fanti ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare, condividendo le richieste del pm Tucci per gli arresti domiciliari.

Massiccio l’intervento, con decine di militari dell’Arma del Comando Provinciale di Viterbo e della Compagnia di Tuscania e della Stazione di Farnese che sono stati impiegati nell’operazione anche con  l’ausilio di due unità cinofile per la ricerca di esplosivi ed il supporto aereo di un elicottero del Raggruppamento Aeromobili di Pratica di Mare.

Una “santa barbara di munizioni” – come definito dal colonnello – quella ritrovata nei casali perquisiti, con centinaia di proiettili a palla singola di cui è vietata la detenzione. Nell’arsenale anche coltelli proibiti, cartuccere, passamontagna e puntatore laser.

Auto bulgara, falsa patente ucraina. Un 46enne è stato denunciato per guida con patente revocata, falso e uso di atto falso dai carabinieri della stazione di Farnese.

Tutto pronto per la XX Festa della Birra a Farnese

Saranno tre serate di birra, gastronomia e musica dal 3 al 5 luglio a Farnese. L'evento si svolgerà  presso il giardino pubblico in Corso Vittorio Emanuele, prevede la presenza di uno stand – aperto dalle ore 19.30 – in cui saranno serviti carne alla griglia, wurstel artigianali, polletti e stinchi al girarrosto accompagnati da birra artigianale ed esibizione dal vivo di band musicali.

Venerdì 3 luglio saliranno sul palco i Picasso Avenue, rock band da Montefiascone.
 Sabato 4 luglio sarà la volta delle Black Mamba, altra formazione rock viterbese ma tutta al femminile. 
Domenica 5 luglio conclusione con il gruppo ska-reggae Corazzata Kotiomkin, composto da nove elementi e proveniente da Carbognano.

La Festa della Birra è organizzata in collaborazione con Comune e Pro Loco di Farnese, Banca di Credito Cooperativo di Roma e Doppio Malto Brewing Company.
Per ulteriori informazioni è disponibile la pagina Facebook: Festa della Birra – Farnese.

Vendita truffa di "Vespa" su internet, due denunce

L’inserzione per vendere un ciclomotore Vespa su un portale era fasulla: denunciati dai Carabinieri di Farnese un 51enne  ed un cittadino albanese 48enne per truffa aggravata.

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto