La Viterbese sfida il Sudtirol in uno stadio Rocchi sold out

29 Maggio 2018 Autore : 

Era dai tempi dei primi anni duemila che Viterbo sognava di vivere serate come quelle di questa sera, in cui in uno stadio tutto esaurito con il pubblico delle grandi occasioni, la Viterbese proverà a fare un passo decisivo verso le semifinali dei play-off di Serie C. Di fronte ci sarà una squadra dal blasone non eccelso come le più quotate Siena e Catania, ma molto temibile, arrivata seconda nel girone B. Stiamo parlando del Sudtirol del tecnico Paolo Zanetti, in grado di plasmare una squadra che fa dell’organizzazione e della difesa alcune delle sue doti migliori.

La Viterbese in questa gara d’andata, con calcio di inizio alle ore 20,30, potrà contare sull’apporto del dodicesimo uomo in campo, quel pubblico che pian piano si sta riavvicinando alla squadra e che in una gara così decisiva non farà mancare il proprio calore. Importantissima a tal fine è stata la grande impresa di Pisa, che ha permesso agli uomini di Sottili di passare il turno e potersi giocare questi quarti di finale.

Il tecnico gialloblù ha parlato alla vigilia ai microfoni della società dimostrando grande rispetto verso gli avversari: "Il Sud Tirol la ritengo in assoluto la rivelazione dei tre gironi di serie C: nessuno a inizio stagione l'avrebbe accreditata come squadra che potesse ambire alle prime posizioni, mentre, con merito, è arrivata seconda nel suo girone. Ha un allenatore che ha dato un'impronta ben precisa e una grande organizzazione di gioco. Quindi solo complimenti per quello che hanno fatto, massimo rispetto per un avversario contro il quale giocheremo due partite che rappresentano un tassello importante, un'ulteriore possibilità per raggiungere il nostro sogno: ovviamente, vista la posizione migliore raggiunta in classifica, loro avranno a disposizione due risultati su tre che è un grande vantaggio per una squadra che in questa stagione ha subito pochissimi gol.

Si passa poi all’analisi sulla propria squadra, soprattutto sulla condizione mentale: “Noi arriviamo dalla vittoria di Pisa che ci ha certamente dato maggior entusiasmo ed accresciuto l'autostima, ma che non deve rappresentare motivo di presunzione: deve essere la spinta per affrontare con rispetto un avversario difficile che trova nell’organizzazione, nella corsa e nella fisicità le armi migliori".

Il tecnico toscano potrà contare su tutta la rosa a disposizione fatta eccezione per i lungodegenti Checchin e Musacci. Tornerà dopo la squalifica bomber Jefferson, coadiuvato in attacco da Calderini e Vandeputte; per il resto difesa confermata con Celiento, Rinaldi, Sini e De Vito davanti a Iannarilli, con l’unico dubbio da sciogliere a centrocampo dove, insieme a Baldassin, Di Paolantonio e Cenciarelli partono favoriti per una maglia da titolari.

Nel Sudtirol mancherà Gyasi per squalifica, con mister Zanetti che lo sostituirà quasi sicuramente con Candellone, autore di tre gol nelle ultime tre gare della stagione.

Ultime battute sui biglietti, con la società che dopo aver registrato oggi il sold out per i settori tribuna laterale e curva nord, nella giornata odierna potrebbe decidere di aprire la curva sud ai tifosi gialloblù. La Viterbese ha bisogno dell’amore del proprio pubblico, per continuare ad inseguire il sogno.

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto