UNIVERSITÀ

UNIVERSITÀ (55)

  • 12
  • Ott

UNIVERSITA' TUSCIA- Alessandra Moscatelli, una laurea in giurisprudenza e varie esperienze lavorative in enti dello Stato e locali lascia l'Università della Tuscia. Ha infatti vinto il concorso per direttore generale dell'Università di Brescia e dal primo novembre si insedierà nell'Ateneo lombardo. Il Consiglio di Amministrazione, su proposta del Rettore professor Maurizio Tira, acquisito il parere del Senato Accademico, ha conferito all’unanimità l’incarico di direttore generale dell’Università degli Studi di Brescia alla dottoressa Alessandra Moscatelli. Già Direttore Generale dell’Università degli Studi della Tuscia, è dirigente dell’ateneo viterbese. La dottoressa Moscatelli, si legge in una nota dello stesso ateneo bresciano, scelta per la sua elevata qualificazione professionale e la comprovata esperienza pluriennale con funzioni dirigenziali, prenderà servizio entro il primo novembre e resterà in carica per i prossimi tre anni. Il professor Alessandro Ruggieri , rettore dell'Università della Tuscia, ha ringraziato la dottoressa Moscatelli per il lavoro svolto negli anni presso l'ateneo viterbese con alte professionalità e competenza. Stesse parole di ringraziamento le ha espresse Ruggieri nei confronti dell'architetto Giovanni Cucullo nominato da poche settimane direttore generale dell'Università "d'Annunzio" di Chieti-Pescara dove ha già preso servizio. Anche la nomina dell'architetto Cucullo è avvenuta su proposta del rettore di quell'Ateneo approvata all'unanimità dal consiglio di amministrazione. L'incarico durerà tre anni. L'architetto Giovanni Cucullo è stato per anni dirigente presso l'UNITUS. Dopo un breve periodo al Comune di Viterbo come dirigente del settore lavori pubblici, era rientrato all'Università della Tuscia come capo del settore tecnico. Per entrambi i dirigenti si tratta di un avanzamento di carriera.

  • 01
  • Feb

UNIVERSITÀ DELLA TUSCIA-  Il Consiglio di Amministrazione dell'Università della Tuscia ha nominato all'unanimità durante l'ultima seduta del 31 gennaio scorso, il nuovo direttore generale dell'Ateneo. E' Vincenzo Sforza (44 anni laureato con lode in Economia e Commercio all'Università "La Sapienza" di Roma), professore di Economia aziendale presso il dipartimento DEIM e delegato del rettore per le funzioni di indirizzo in materia di bilancio unico e contabilità economico-patrimoniale ed analitica. Il prof. Sforza succede all'avv. Alessandra Moscatelli.

  • 22
  • Gen

UNIVERSITÀ - "L'avvocato Alessandra Moscatelli ha presentato al rettore Alessandro Ruggieri le dimissioni da direttore generale dell'Università della Tuscia per sopravvenuti motivi strettamente personali. Alessandra Moscatelli resta dirigente della I e III Divisione dello stesso Ateneo. Un nuovo direttore generale sarà nominato in tempi brevi."

Così in un comunicato che riceviamo e pubblichiamo l'Università della Tuscia.

  • 18
  • Gen

UNIVERSITÀ – L'Università della Tuscia comunica sospensione delle attività correlate alla didattica per il 19 gennaio in seguito a sisma. Di seguito il comunicato.

  • 12
  • Dic

VITERBO - L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca. L'Università della Tuscia, alla luce dei risultati pubblicati dall’ANVUR, l'Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca, unico organismo nazionale che valuta in modo ufficiale le università, è una delle migliori d'Italia per la ricerca.

  • 13
  • Nov

UNIVERSITÀ- Il ministro Andrea Orlando all'Università della Tuscia per partecipare ad un incontro  sul tema "La giustizia in movimento tra leggi di riforma e giurisprudenza" organizzato dall'Ordine degli Avvocati di Viterbo, dal DISTU dell'UNITUS e da "Quale giustizia - centro studi di Giurisprudenza". Presenti Rita Piermatti prefetto di Viterbo, Alessandra Moscatelli direttore generale dell'UNITUS, Giulio Vesperini direttore del Dipartimento di Studi linguistico-letterari storico-filosofici e giuridici (DISTU),vertici delle forze dell'ordine di Viterbo, avvocati, docenti e studenti dell'Università della Tuscia è stato Alessandro Ruggieri, rettore della stessa Università a porgere i saluti di benvenuto. Dopo di lui Luigi Sini presidente dell'Ordine degli avvocati di Viterbo ha introdotto il tema in discussione.

  • 03
  • Nov

UNIVERSITA’ - L'Università della Tuscia ha un ruolo chiave in quanto ospita e dirige uno dei 4 Centri Tematici europei. La concentrazione di CO2 in atmosfera non è mai stata così alta. Lo ha affermato recentemente l’Organizzazione Mondiale della Meteorologia (WMO) sottolineando che nel 2015 i valori hanno superato quei 400 ppm (parti per milione) che costituiscono una soglia molto importante nello studio dei cambiamenti climatici, delle loro cause e dei loro impatti. La notizia, che tanto spazio ha trovato nei media di tutto il mondo, arriva proprio alla vigilia della Conferenza sul Clima di Marrakech, dove la comunità internazionale sta per riunirsi e discutere le vie migliori per attuare l’accordo di Parigi e le soluzioni più adatte a contenere l’incremento della temperatura media globale al di sotto dei due gradi centigradi.
In questo scenario, la comunità scientifica italiana – prima in Europa – istituisce ufficialmente una Joint Research Unit (JRU), un accordo di collaborazione siglato negli scorsi giorni da quindici istituti, centri e università che si impegnano a sostenere e promuovere la partecipazione italiana in ICOS-RI (Integrated Carbon Observation System – Research Infrastructure), l’infrastruttura Europea di ricerca distribuita che fornisce misure di alta qualità sul ciclo del carbonio, sulle emissioni di gas serra e sulla loro concentrazione atmosferica a scala europea.
Si tratta di un segnale molto importante che vede i principali protagonisti della ricerca italiana sui cambiamenti climatici impegnarsi formalmente a condividere competenze, dati e sistemi necessari al loro processo e utilizzo in attività scientifiche e divulgative.  
Il ruolo italiano all’interno di ICOS-RI è altamente qualificato e molto rilevante per numerose attività che riguardano anche il monitoraggio della CO2 e degli altri gas a effetto serra a livello europeo, ossia proprio il lavoro che è di fondamentale importanza per arrivare a dare informazioni che hanno grande interesse per l’opinione pubblica e la comunità mondiale, come il superamento della soglia delle 400 ppm comunicata dalla WMO.
In particolare, nell’ambito di ICOS-RI, l’Italia partecipa con le stazioni di osservazione e rilevamento dati per l’atmosfera (con i siti di Monte Cimone, Lampedusa, Potenza e Plateau Rosa), gli ecosistemi (con i siti di Castelporziano, Borgo Cioffi, Renon, Negrisia, Monte Bondone, Capodimonte, Arca di Noè, Bosco Fontana e Torgnon) e gli oceani (siti di Miramare, Paloma, E2M3A nel mare Adriatico e W1M3A nel mar Tirreno). Si tratta di una partecipazione di primo piano nella rete europea, che è evidenziata anche dalla guida italiana dell’Ecosystem Thematic Centre – ETC (ospitato a Viterbo presso l’Università degli Studi della Tuscia ed il CMCC), il centro verso cui confluiscono tutti i dati dei siti ecosistemici di ICOS-RI e che è responsabile del processamento e del controllo qualità dei dati, degli sviluppi metodologici, della formazione e del coordinamento della rete.
 
L’accordo di collaborazione per lo svolgimento di attività di ricerca e sviluppo nel campo delle infrastrutture di ricerca sul ciclo del carbonio tramite la JRU comunemente denominata ICOS-IT (ICOS Italia) è stato siglato da: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), la Fondazione CMCC - Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, l’Università degli Studi della Tuscia di Viterbo, il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l'analisi dell'Economia agraria (CREA), l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA), l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (ARPA) della Val d Aosta, la Provincia Autonoma di Bolzano, Fondazione Edmund Mach (FEM), l’Università degli Studi di Sassari, l’Università degli Studi di Padova, l’Università degli Studi di Genova, l’Università Cattolica del Sacro Cuore, l’Istituto Nazionale Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), la Libera Università di Bolzano e l’Università degli Studi di Udine.

  • 24
  • Ott

UNIVERSITA’ - Presso la sede del Rettorato in S. Maria in Gradi, il Rettore dell’Università degli Studi della Tuscia prof. Ruggieri e il Delegato del Rettore dell’Università di Mosca PFUR (Peoples’ Friendship University of Russia) e direttore dell'Istituto di Tecnologia Agraria prof. Vadim Plyuschikov hanno siglato il rinnovo dell’accordo di collaborazione didattica e scientifica esistente fra i due Atenei. Presenti tra gli altri il direttore generale dell'UNITUS avv. Moscatelli, la pro-rettrice vicaria prof.ssa Fausto e il delegato del rettore alla internazionalizzazione prof. Chiti.

  • 14
  • Ott

UNIVERSITÀ - Il professor Alessandro Ruggieri, rettore dell'Università della Tuscia, è stato invitato dalla Commissione Europea come relatore al workshop “Building European value-chains based on regional specialisations for circular economy, the role of research and innovation policy” in qualità di esperto di economia circolare.

  • 03
  • Ott

VITERBO - Grande partecipazione di pubblico, una miriade di iniziative, tanta gastronomia tipica e tanto divertimento: tutto nel segno della solidarietà. Si è tenuta oggi (domenica 2 ottobre)  all’Orto botanico “Angelo Rambelli” dell’Università della Tuscia la manifestazione Insieme per i terremotati organizzata per raccogliere fondi a favore delle comunità colpite dal sisma del 24 agosto. L’evento è stato possibile grazie alla collaborazione di numerose realtà locali, in prima fila il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa con il contributo fattivo del suo Presidente, Massimo Mecarini. All’apertura sono interventi il Magnifico Rettore dell’Università della Tuscia, Alessandro Ruggieri, il Direttore Generale Alessandra Moscatelli, l’Assessore alla Cultura del Comune di Viterbo,  Antonio Delli Iaconi ed il Responsabile Provinciale di Epaca, Nicola Chiumiento.

  • 12
  • Set

UNIVERSITA’ - Un miniesercito di 1.500 ragazzi ha invaso stamattina la struttura universitaria di S.Maria in Gradi per l'Open Day. Successo dunque per il primo dei tre giorni in cui l'Università della Tuscia apre le porte agli studenti per indirizzarli al meglio nella scelta del percorso accademico. La perfetta organizzazione ha accolto ragazzi e ragazze provenienti non solo da Viterbo e dalla provincia ma anche da Roma, Civitavecchia, Narni, Terni e dalle province di Rieti e Grosseto. Allestiti per l'occasione stand di tutti i Dipartimenti e delle associazioni studentesche dove personale dell'Università e tutor hanno fornito ogni chiarimento sui vari corsi di studio.

  • 30
  • Ago

UNIVERSITA' DELLA TUSCIA - Resta la prenotazione di quanti l'hanno già fatta. Ingegneria Industriale dell’Università della Tuscia è stato posticipato a venerdì 16 settembre 2016, con inizio alle ore 10.00 presso i laboratori informatici di Santa Maria in Gradi. Gli studenti che sono già prenotati non devono registrarsi nuovamente. Gli interessati che non si sono ancora registrati hanno tempo fino alle ore 12:00 del 15 settembre per compilare il modulo di iscrizione disponibile al sito web www.unitus.it/testingegneria.

  • 13
  • Ago

Il Centro Ittiogenico Sperimentale Marino (CISMAR), del Dipartimento di Scienze Ecologiche Biologiche dell'Università della Tuscia, oggi 13 Agosto ha rilasciato sulle coste antistanti il Comune di Montalto di Castro migliaia di ‘giovani' mazzancolle, alla presenza del Rettore Alessandro Ruggieri, e del Prof. Giuseppe Nascetti, Direttore del DEB e del CISMAR.

  • 25
  • Lug

"Il  ciclo unico in restauro attivo da soli due anni  consente di ottenere la qualifica di restauratore al termine del quinquennio" . Così si esprime Patrizia Mania presidente del corso di studi interclasse magistrale in "Archeologia e storia dell'arte . "Il problema recentemente lamentato da qualche studente dei beni culturali - afferma ancora-concerne una classe di laurea, oggi non più attiva, in Tecnologie per la conservazione ed il restauro dei beni culturali mai adeguatamente riconosciuta come professionalizzante.

  • 20
  • Lug

In questi giorni è in visita presso l’Università degli Studi della Tuscia una delegazione nepalese. La visita è stata organizzata nell’ambito del progetto Assistenza tecnica e sostegno ai Ministeri di linea nel settore agricolo con enfasi alla produzione olivicola - Afghanistan, Nepal e Pakistan (AFNEPAK) che ha visto coinvolta l’Università nello studio della coltivazione dell’olivo in Nepal.

  • 10
  • Lug

E’ possibile iscriversi alla sessione standard del 12 settembre e alle sessioni anticipate del 15 e 21 luglio. Gli studenti appena diplomati possono già iscriversi al test di ingresso previsto per il giorno 12 settembre 2016, necessario per accedere al corso di laurea in Ingegneria Industriale dell’Università della Tuscia.

  • 20
  • Giu

Di seguito le date delle prove a luglio per accedere al corso e tutto ciò che c’è da sapere al riguardo. Pubblichiamo integralmente il comunicato dell’Università della Tuscia.

  • 12
  • Set

UNIVERSITA’ – Continuano gli apuntamenti di orientamento all’Università della Tuscia: domani, 13 settembre 2016, il DISUCOM (Dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo)
Nella sede di Santa Maria in Gradi a Viterbo, presenterà i corsi di laurea anche con seminari ed incontri con giornalisti e registi.
Di seguito il programma:

  • 09
  • Giu

L'Università della Tuscia in collaborazione con "Porta Futuro" e Regione Lazio organizza un incontro sul tema:  "Strumenti e metodi per la valorizzazione delle Start-Up e delle Spin-Off" . L'appuntamento è per martedì 14 Giugno 2016 ore 10,00 - Rettorato Aula Magna Scarascia Mugnozza. Via S. Maria in Gradi, 4.

  • 26
  • Mag

Aula magna di Agraria stracolma di studenti e laureati per la presentazione di "Torno Subito" : una imperdibile occasione per trovare occupazione nella quale è coinvolto anche LAZIODISU. L'iniziativa della Regione Lazio presentata all'università della Tuscia finanzia progetti presentati da studenti universitari o laureati, articolati in percorsi integrati di alta formazione ed esperienze in ambito lavorativo, in contesti internazionali e nazionali.

  • 19
  • Mag

"E' stata un'importante occasione di confronto con le parti sociali del territorio per approfondire la conoscenza dei diversi ambiti professionali (politico, della pubblica amministrazione e della sicurezza) in cui i laureati di Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali si troveranno ad operare al termine del proprio percorso formativo" . Così la professoressa Flaminia Saccà presidente del corso di laurea SPRI ha sintetizzato l'iniziativa che si è svolta al complesso di S.Maria in Gradi e che ha visto la partecipazione di esponenti della vita pubblica locale.

  • 17
  • Mag

Offrire ai laureati in Ingegneria più meritevoli tirocini retribuiti, è questo l’obiettivo del Programma YES presentato nell’ambito del Testimonial Day.  Tirocini di 6 mesi retribuiti (finalizzati all’assunzione) per laureandi e laureati in Ingegneria meccanica: tutto questo diventa realtà grazie al programma YES, nato dall’accordo tra l’AIPE (Associazione italiana pressure equipment), che conta più di 50 aziende del settore delle apparecchiature a pressione associate, e numerose importanti università italiane, tra le quali anche l’Università degli Studi della Tuscia.

  • 03
  • Mag

Nell'ambito delle attività divulgative organizzate per la primavera, l’Orto Botanico “Angelo Rambelli” dell'Università degli Studi della Tuscia, si propone in una nuova veste. Per la prima volta vengono proposte delle "apericene" scientifiche a tema. Si inizia con un seminario (ogni volta diverso) e si conclude con una degustazione.

  • 28
  • Apr

Porta Futuro: lo scorso 8 marzo l'inaugurazione ufficiale da parte del presidente della Regione Zingaretti. Da allora è punto di riferimento di tanti giovani. Già un centinaio quelli che si sono rivolti a questa struttura e 80 le aziende contattate.

  • 13
  • Apr

Perché Baby George ci disprezza? Ce lo spiegano Brando Manuel Zucchegna e Lorenzo Farina, creatori della pagina facebook “Baby George ti disprezza”, nell’ambito dell’incontro “Narrazioni virali e social media” a cura dell’associazione UniversoGiovani, previsto per venerdì 15 aprile alle 10.30 nell’aula Radulet del Dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo (Disucom) dell’Università della Tuscia.

  • 22
  • Mar

Sventola mesta la bandiera dell’Università della Tuscia, sotto un cielo grigio. A mezzogiorno, viene osservato un minuto di silenzio per ricordare Elisa Scarascia Mugnozza, figlia del direttore Dibaf e nipote del primo rettore dell’Ateneo.

  • 21
  • Mar

Lutto per la morte della giovane Elisa Scarascia Mugnozza: rinviato anche il Senato accademico e domani alle 12 in tutta l’Università della Tuscia si osserverà un minuto di silenzio per la morte di Elisa figlia del prof. Giuseppe Scarascia Mugnozza. In più è stata disposta l’esposizione delle bandiere a mezz’asta in tutte le strutture dell’Ateneo per le giornate di oggi e domani. Così nella nota di cordoglio del rettore Ruggieri e dell’Università della Tuscia: “Il prof. Alessandro Ruggieri rettore dell’Università della Tuscia, l’avv. Alessandra Moscatelli, Direttore Generale, tutti i docenti, il personale tecnico amministrativo e gli studenti dellAteneo esprimono profondo cordoglio per la morte, nel terribile incidente in Spagna, di Elisa figlia del prof. Giuseppe Scarascia Mugnozza direttore del Dipartimento per l’innovazione dei sistemi Biologici, Agroalimentari e Forestali.

  • 22
  • Mar

L’associazione UniVersoGiovani, da sempre attenta alle esigenze dei giovani e degli studenti universitari, ha  dato il via ad una serie di attività sportive che per circa due mesi, a partire da martedì 29 Marzo, offriranno agli studenti l’opportunità di mettere da parte i libri per lasciarsi andare ad un sano divertimento, in un’ottica di condivisione e socializzazione.

  • 18
  • Mar

Un sito unico, responsive anche per gli smartphone; una radio fatta da giovani per essere in contatto con il territorio anche grazie al GR Unitus e le rubriche contenute. Presentato in conferenza stampa il nuovo portale ed i nuovi servizi in conferenza stampa mercoledì 16 marzo dal rettore Alessandro Ruggieri con la pro-rettrice Anna Maria Fausto, il dr. Alessio Maria Braccini, docente delegato del Rettore ai sistemi informativi ed il direttore generale Alessandra moscatelli.

  • 11
  • Mar

Dalla scelta del corso alle opportunità successive, Unitus è al fianco degli studenti. Davvero tanti i giovanissimi delle superiori che hanno preso parte all’Open Day dell’Unitus del 10 marzo 2016 a Santa Maria in Gradi: abbiamo fatto un paio di domande in occasione dell’importante evento di ieri al Rettore dell’Università della Tuscia Alessandro Ruggieri sull’importanza del fare orientamento, anche a fianco di molte iniziative che vengono costantemente poste in essere, considerati anche i nuovi corsi di Laurea ed iservizi recentemente inaugurati dal Governatore Lazio Zingaretti.

  • 10
  • Mar

Un incontro aperto: si è svolto al complesso di Santa Maria in Gradi a Viterbo l’”Open Day” organizzato dall’Università della Tuscia per avvicinare gli studenti  delle superiori al mondo universitario e presentare loro l’offerta formativa di Ateneo per l’anno accademico 2016-2017 oggi 10 marzo 2016.
Anche se il tempo non era dei migliori, con  qualche nube e sprazzi di sole, sono stati davvero in molti i giovanissimi che si sono interessati ai percorsi formativi presentati dall’Unitus: oltre seicento i ragazzi che hanno partecipato per capire come possano investire sul proprio futuro grazie agli studi universitari.

Pagina 1 di 2

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto