La rubrica Rock'n'Roll e Heavy Metal de Il Punto Della Situazione
THE JACK

THE JACK (24)

Rubrica The Jack; recensioni, concerti, traduzioni e storia di canzoni ed aneddoti sul rock e l'heavy metal.

La musica per definizione è un concetto universale, con tutte le sue caratterizzazioni e differenze, ma se volessimo individuare un genere particolare che, nonostante l’inevitabile e storicizzata origine di stampo anglosassone, ha saputo diffondersi in ogni angolo del globo la scelta cadrebbe indiscutibilmente sull’heavy metal.

Iniziano le feste, avrete molto tempo libero e vi servirà sicuramente un passatempo per eludere l’opprimente routine dei convivi famigliari. The Jack vi consiglia un lavoro che, nonostante sia uscito quasi trent’anni fa, conserva una freschezza ed una sostanza artistica che pochi prodotti hanno saputo garantire negli ultimi lustri: “Eat’em And Smile” di David Lee Roth.

E come tutti gli anni il clima natalizio, inteso in cuor mio come un’anonima ricorrenza del calendario, porta invece nel cuore di molti un senso di pace, fratellanza e bontà, ho detto in molti, non certo in me. Anzi, in questo periodo sento di essere particolarmente polemico e dialetticamente belligerante. Questa settimana avete un Daniele Guglielmi ad impatto pesante su The Jack, peggio di Abaddon che martellava la batteria.

Lord Woland: suoni dalla palude

“The Jack” torna  a scandagliare il panorama underground locale e vi presenta il power-trio stoner doom dei Lord Woland; nati nel 2014 da un’idea della coppia Nicola Girella e Glauco Fantini, corde e voce, completano la formazione con l’ingresso ai tamburi di Francesco Angiolini. A Dicembre dello stesso anno incidono una demo di due brani, "La Beauté Du Diable", rilasciata in formato digitale ed in free download con il supporto della label irlandese di Dublino Mother Fuzzer Records . Il 2015 è caratterizzato da diverse apparizioni live distribuite in tutto il territorio nazionale e proprio in una di queste date ho avuto l’enorme piacere di apprezzare il loro set e conoscere i ragazzi per scambiare quattro chiacchiere.

Volete ascoltare rock duro di qualità, volete suonare metallo pesante, volete scegliere il meglio della produzione europea dei meravigliosi anni ottanta? “Restless & Wild” è un lavoro che non potete certo trascurare. Si tratta di un disco imperdibile per tutti gli amanti delle borchie e del “denim & leather style”.

Che le nuove generazioni rock possano prendere spunto da te. Ciao Phil. L’undici novembre ci ha lasciato dopo una penosa e lunga malattia Phil Taylor da Chesterfield, Regno Unito, per tutti noi semplicemente "Philty Animal".

“The Jack” questa volta, dopo aver più volte fatto visita all’underground tricolore contemporaneo, va a ripescare una band, ed il loro lavoro di maggior sostanza qualitativa, che per il  metal italiano rappresenta un vero caposaldo: i meneghini Bulldozer. Nati a Milano della prima metà degli anni ottanta, dopo solo l’esperienza di un 45 giri autoprodotto, debuttano sulla lunga distanza con “TheDay of Wrath” nel 1985.L’album del gruppo milanese fu considerata un vero evento: i Bulldozer sono la prima band metal italiana a firmare per una casa discografica straniera, l’olandese Roadrunner, una indie di lusso che già vantava sotto la propria ala protettrice gruppi di assoluto livello, scegliendo come produttore AlgyWard, storico leader dei Tank.

Clamoroso, tecnico e travolgente concerto live il 31 ottobre 2015 all’Ecomuseo di Sipicciano. Impianto potentissimo e professionale, scaletta con i migliori estratti dagli ultimi due dischi della band e una prestazione perfetta. Nessuna incertezza, solo potenza e una cascata di note annichilente. La notte degli etruschi ci ha regalato una band migliorata moltissimo negli ultimi mesi, soprattutto per la grande abnegazione dimostrata in sala prove e per il bagaglio di esperienze live accumulate in Europa e Stati Uniti.

Non sono stati i primi, non sono i più tecnici, non sono i più osannati dalla critica, non sono i più innovativi, ma senza ombra di dubbio sono l’incarnazione del rock and roll. Oltre quarant’anni di carriera ed una serie di dischi che hanno fatto muovere il culo a mezzo pianeta ed ancora oggi restano, senza ombra di dubbio, i più amati dalla gente.

Carissimi “Jackers” prima di leggere l’articolo andate di corsa a scaricare “Code301”. Non ve ne pentirete! Lo trovate in free download presso diverse piattaforme web. Potrete apprezzare un lavoro convincente, ben suonato e assolutamente professionale sotto tutti i punti di vista.

Pagina 1 di 2

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto