Un concerto di Pasqua davvero solenne a Viterbo – GALLERIA FOTOGRAFICA

22 Marzo 2016 Autore : 

Il silenzio riempie la Cattedrale di Viterbo gremita. L’attesa. Poi, il  gesto del direttore Fabrizio Bastianini dà inizio al concerto: trionfale, la musica di Gioacchino Rossini avvolge la platea. Ed è concerto solenne.

Imponente esecuzione della “Petite Messe Solennelle”, quella del 20 marzo 2016 alla Cattedrale di San Lorenzo a Viterbo il Concerto di pasqua, che ha visto una grande partecipazione di pubblico che alla fine ha fatto scrosciare a lungo gli applausi.

Grazie all’impegno dell’associazione “XXI secolo” presieduta da Giuliano Nisi - che ormai da anni organizza eventi di rilievo tra cui il prestigioso premio di canto “Fausto Ricci” -, con la partecipazione del coro “Il Contrappunto” e della “Camerata polifonica viterbese Zeno Scipioni” e con l’Orchestra sinfonica "EtruriaEnsemble il tradizionale concerto di Pasqua ha preso vita nell’ambito di Jubilate, l’edizione speciale di Caffeina per il Giubileo ed è stato patrocinato dal Comune di Viterbo.

Rossini paragonava la” Petite Messe” all’”Ultima cena” di Leonardo Da Vinci, perché dodici coristi l’avrebbero potuta interpretare, dodici come gli apostoli; chissà, forse anche per i toni che cambiano e da cui fuoriescono i significati ed i suoni, come le luci nel quadro di Leonardo. La musica, come il tratto. La composizione varia nei passaggi per infondere pathos  alla composizione sacra scritta nel 1863 ed orchestrata nel 1867 e strutturata nelle sue parti principali (e composta in tutto da quattordici pezzi) da “Kyrie”, “Gloria”,”Credo”, “Offertorium”, “Sanctus”, “O salutaris Hostia” ed “Agnus Dei”. Innovativa musicalmente, il grande genio nato a Pesaro nel 1792 la scrisse cinque anni prima di morire

concertopasqua 2016viterbo 45Il maestro Fabrizio Bastianini con la sua consueta energia ha dato vita ad una sentita e partecipata esecuzione da parte dei coristi e musicisti.
Bastianini, va ricordato, è dal 1997 collaboratore della Scuola musicale comunale di Viterbo della quale è dal 2009 anche direttore artistico e vanta un ampio curriculum professionale e di studi; il maestro ha diretto importanti festival collaborando con figure di spicco e sotto la sua guida si sono svolti molti concerti di musica sacra a Viterbo tra cui quello del Natale scorso.

L’orchestra era composta da violino di spalla, primi e secondi violini, viole, violoncelli, contrabbassi, clarinetti, corni, flauti, oboi, fagotti, tromboni, trombe, arpe e timpani dell’Orchestra sinfonica EtruriaEnsemble, composta da professionisti.

 

concertopasqua 2016viterbo 70I quattro i solisti, due donne (Mariangela Rossetti, soprano, e Serenella Fanelli, mezzosoprano) e due uomini (Alessandro fiocchetti, tenore, e Federico benedetti, basso), come nella partitura originale rossiniana hanno fatto parte anche del coro composto da membri della Camerata polifonica “Zeno Scipioni” e dell’ensemble vocale “Il Contrappunto”, che si impegnano costantemente sotto la guida di Bastianini negli studi e nel canto dando vita a numerosi concerti.

La Cattedrale era al completo, tra i tantissimi presenti in prima fila molte autorità tra cui il sindaco Leonardo Michelini, il vice sindaco Luisa Ciambella, il presidente dell’Ordine degli avvocati Luigi Sini, il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti,  il vicario del vescovo don Luigi Fabbri ed il prefetto Rita Piermatti.

Galleria immagini

Il Punto Della Situazione

Testata iscritta al n. 6/2015 del Reg. stampa del Tribunale di Viterbo
Direttore responsabile: Marco Pompilio

Informativa breve sui cookies Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, e per farti visualizzare contenuti pubblicitari in linea con le tue preferenze ed esigenze, questo sito usa cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione su www.ilpuntodellasituazione.it oppure di chiudere questo banner o di cliccare al di fuori di esso, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie policy.   Accetto i cookies di questo sito. Accetto